GENERALITÀ

Gerry Mottis, originario della Valle Leventina, nato e cresciuto a Lostallo GR, vive oggi a Rivera (TI) con la sua famiglia. Nato nel 1975, ha terminato gli studi nel 2001 in letteratura italiana, filologia romanza e archeologia paleocristiana e bizantina all'Università di Friburgo (CH).

FORMAZIONE - PROFESSIONE - SOCIETÀ

È insegnante di italiano alle scuole medie (sec./sap.) di Roveredo GR e professionali superiori a Giubiasco. È stato redattore per il Grigionitaliano del "Bollettino Scolastico Grigione" e dell' "Almanacco del Grigionitaliano" dal 2010 al 2015. Collabora con riviste letterarie e di pedagogia scolastica.

E' stato collaboratore RSI per la radio Rete 1 come consulente linguistico. Svolge attività di divulgazione linguistica e storica (articoli, interviste, teatro, documentari). Ha fondato la compagnia amatoriale di teatro "Siparios" a Lostallo nel 2005, di cui è stato sceneggiatore, attore e regista fino al 2020.

LIBRI PUBBLICATI

- Verso l'Eden con Dante, Viaggio commemorativo in Purgatorio, Salvioni editore, Bellinzona 2022.

- Domenica Matta. Storia di una strega e del suo boia, (romanzo storico), Gabriele Capelli Editore, Mendrisio 2021.

- In cammino con Dante, Viaggio commemorativo all'Inferno, prefazione di Giuseppe Patota, Salvioni editore, Bellinzona 2021.

- Parole come pietre (raccolta poetica), Ulivo Editore, Balerna 2019.

- Terra bruciata. Le streghe, il boia e il diavolo (romanzo storico), Gabriele Capelli Editore, Mendrisio 2017.

- Fratelli neri. La storia dei primi internati neri nella Svizzera italiana, prefazione di Mohammed Soudani, Armando Dadò Editore, Locarno 2015.

- Altri mondi, raccolta poetica, Armando Dadò Editore, Locarno 2012.

- Oltre il confine e altri racconti, Collana Letteraria Pgi, Armando Dadò Editore, Locarno 2011, con la prefazione del prof. Guido Pedrojetta (Friburgo).

- Poesie e nebbie, in "Pensieri in quota", MiArte Edizione, Bellinzona 2009 (opera in beneficienza per il Togo).

- All'inizio (...e alla fine ) c'era il Verbo (commedia teatrale) Ulivo, Balerna, andata in scena la prima volta il 25 ottobre 2008 a Roveredo.

- Deus Ex (commedia teatrale) Ulivo, Balerna 2007, andata in scena il 16 giugno 2007 a Roveredo,

- Il boia e l'arcobaleno (racconti surreali) Ulivo, Balerna 2006, con la prefazione del prof. Guido Pedrojetta (Friburgo).

- Un destino una nostalgia (poesie), Ulivo, Balerna 2003, con la prefazione del prof. Jean-Jacques Marchand (Losanna).

- Sentieri umani (poesie) Libroitaliano, Ragusa (Italia) 2000.

Opere per ragazzi, Edizioni Svizzere per la Gioventù:

- La fiducia comprata, da un'antica leggenda ticinese (2010)

- Motto balocco, ovvero piccole magie scolastiche (2011)

- Il magico destino di Kevin (2012)

- L'alberello dei problemi (2013)

- La storia dell'elefante blu che incontrò la giraffa verde sul pianeta grigio (2014)

- Unreakable, L'indistruttibile. Una storia di bullismo a scuola (ESG 2019): Primo Premio Dialogare 2019

RECENSIONI

È segnalato nelle seguenti edizioni:

- L. Corfù, recensione a Sentieri umani, con una biografia più esplicita, QGI, 2001, pp. 82-84.

- S. Caroni, Sui "Sentieri umani" del giovane poeta Gerry Mottis, AGI, 84, 2002, pp. 168-169.

- Gerry Mottis, in Di soglia in soglia, 20 nuovi poeti della Svizzera italiana, a c. di R. Castagnola e L. Cignetti, Edizioni Le Ricerche, Losone 2008, pp. 127-131.

- Gerry Mottis, in Scrittori del Grigioni italiano, a c. di A. e M. Stäuble, Dadò Editore, Locarno 2008, pp. 473-476.

- Massimo Frapolli (Locarno), « Il boia e l'arcobaleno. Racconti surreali », Edizioni Ulivo, Balerna 2006, in : Quaderni del Grigionitaliano (QGI), 4, 2006, pp. 448-452.

- Gerry Mottis, 3 poesie tradotte da Mevina Puorger (Männer und Frauen, nackt; Eingewachsene Wege; Alpen und Wanderer) in: "Sbrinzlas, Funken, Scintille", Gegenwartslyrik aus Graubünden, Anthologie, Pro Lyrica, Chur 2005, pp. 216-221.

- Jean Jeacques Marchand (Losanna), « Oltre il confine e altri racconti ». Prefazione di Guido Pedrojetta, Coira-Locarno, Pro Grigione Italiano - Dadò 2011, in: Quaderni del Grigionitaliano (QGI), « Noi e gli altri », 4, 2011, pp. 131-133.

- Lorenza Margnetti, recensione a "Fratelli neri, Storia dei primi internati africani nella Svizzera italiana", QGI, 2016, 85°, 2, pp. 99-102.


"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtude e canoscenza..." (Dante, Inf. XXVI)